Scuola paritaria: come ti fa studiare e ti prepara agli esami?

Avete scelto per voi o per i vostri figli una scuola paritaria? È possibile che uno dei vostri dubbi riguardi, a questo punto, come un istituto di questo tipo prepari davvero lo studente. Insomma: come si studia in una scuola paritaria?

E come ci si fa trovare pronti al traguardo finale, quello del diploma per esempio?

Com’è noto, una delle caratteristiche che distinguono una scuola paritaria da una comune scuola pubblica è un approccio molto più personalizzabile a piani e calendari didattici, attività extra-curriculari, eccetera. Una volta scelto l’indirizzo che fa più al caso vostro o dei vostri figli, insomma, avrete a disposizione personale formato e in grado di padroneggiare le metodologie d’insegnamento più all’avanguardia per ottenere ottimi risultati con qualsiasi tipo di alunno.

Valorizzare le capacità del singolo, puntare sulle sue migliori inclinazioni e intervenire dove mostra carenze sono, infatti, parte del modus operandi di qualsiasi insegnante in qualsiasi scuola paritaria. Il numero ridotto di alunni in una classe, del resto, rendono possibile un rapporto quasi uno a uno tra studente e insegnante, cosa che non può che giovare sia sul piano didattico sia su quello umano.

Lezioni, compiti, esami: come funziona in una scuola paritaria?

Su un piano più pragmatico, comunque, alla domanda “come ti prepara una scuola paritaria?” possono esserci più risposte. Dipende, infatti, da molti fattori. In primis da che tipo di istituto si tratta. Se è una scuola “fisica” è probabile che sia richiesta la presenza, almeno parziale, alle lezioni organizzate in sede. Durante le lezioni, spesso a orari flessibili per meglio adattarsi alle esigenze degli iscritti, i docenti illustrano agli studenti il programma per le diverse materie, possono organizzare compiti e verifiche, interrogare o lasciare esercizi, proprio come in una normale scuola pubblica. Diversamente da quanto avviene in una scuola pubblica, però, possono essere previsti momenti di approfondimento individuale.

Oggi esistono, però, anche ottime scuole paritarie che svolgono le proprie attività completamente online. Quelle accreditate sono ormai molte anche in Italia e sono un’ottima soluzione per studenti lavoratori, per chi non possa frequentare in sede o abbia bisogno di recuperare velocemente più anni scolastici. In questo caso le lezioni si svolgono in streaming e l’alunno può seguirle online, sia “i diretta” sia recuperandole quando ha tempo a disposizione. Sempre online possono essere condivisi appunti o organizzate esercitazioni da consegnare entro una determinata scadenza per riaverle indietro corrette dall’insegnante. In qualche caso vengono usati anche i più comuni ambienti digitali (forum, chat, blog, etc.) per mantenere un rapporto con professori e altri studenti.

Il tipo di preparazione offerta da una scuola paritaria assume una rilevanza fondamentale quando si tratta di preparazione al diploma. Perché il titolo sia riconosciuto, infatti, va conseguito tramite un normale esame di Stato in un istituto pubblico. È essenziale, per questo motivo, che la scuola paritaria faccia studiare i suoi alunni sul programma specifico per l’istituto in questione, garantendo una preparazione in tutto e per tutto paragonabile a quella degli studenti interni.