Scuola paritaria: cos’è e perché sceglierla

È arrivato il fatidico momento di iscrivere i vostri bambini a scuola? Prima di fare la scelta decisiva dovreste tenere in considerazione che, oltre alle “tradizionali” scuole pubbliche, potreste scegliere per loro una formazione più mirata e specifica, quella offerta dalla scuola paritaria.

L’ordinamento italiano in materia d’istruzione prevede infatti la presenza, accanto agli istituti statali, di scuole e istituti paritari. Si tratta di istituzioni private o collegate a enti regionali e territoriali che, con gli stessi ordini e gradi del pubblico e a partire quindi dalla scuola per l’infanzia, sono abilitate a rilasciare titoli equiparati a quelli conseguibili presso gli istituti statali.

La vera caratteristica della scuola paritaria? È di godere di maggiore autonomia nello strutturare piani didattici, indirizzi, offerta formativa. Come si legge nei documenti ufficiali del Ministero dell’Istruzione, infatti, l’obiettivo da perseguire è quello di «espandere l’offerta formativa» per rispondere a una «generalizzazione della domanda d’istruzione». Ed è in questa prospettiva che si inserisce l’offerta degli istituti privati e delle scuole paritarie.

Perché frequentare una scuola paritaria ed ottenere un diploma online

Scegliere un simile percorso formativo può avere, insomma, una serie di vantaggi per la carriera scolastica e lavorativa dello studente. Una scuola paritaria offre, infatti, in genere una programmazione più al passo coi tempi e attenta alle più nuove esigenze formative; è caratterizzata dalla scelta di metodologie d’insegnamento all’avanguardia; garantisce un corpo docente adeguatamente formato e motivato e punta a dare agli studenti non solo conoscenze teoriche, ma anche e soprattutto skill pratiche da sfruttare sul mercato del lavoro. Optare per una buona scuola paritaria, del resto, significa spesso avere l’opportunità di scegliere tra indirizzi e orientamenti specifici e più professionalizzanti impossibili da trovare nell’offerta pubblica. Senza contare che, in virtù dell’autonomia di cui si è detto, un istituto privato può scegliere l’ispirazione e l’impronta pedagogica da dare alla sua offerta.

Prima di valutare l’opportunità di scegliere per i vostri figli un simile percorso di formazione ci sono, comunque, alcuni fattori che dovreste tenere in considerazione.

  • L’iscrizione a una scuola paritaria richiede il pagamento di una retta, mensile o annuale a seconda dell’organizzazione della singola scuola.
  • Per quanto il nostro ordinamento, almeno dal 2000, preveda finanziamenti e sgravi fiscali per la scuola paritaria, infatti, non tutti gli istituti riescono ad accedervi.
  • Le spese sostenute per l’iscrizione e la frequenza di un istituto di questo tipo sono in parte soggette a detrazione fiscale: al momento della dichiarazione dei redditi potrete, cioè, scaricare almeno le spese sostenute a fini assicurativi.
  • In capo a una scuola paritaria c’è l’obbligo di ammettere chiunque ne faccia richiesta e ne accetti l’offerta formativa, compresi eventuali alunni affetti da handicap.
  • L’iscrizione a questo tipo di istituti segue tempistiche e modalità uguali a quelle previste per la scuole pubbliche, compresa la necessità di espletare le pratiche online.
  • La scuola paritaria può risultare un’alternativa particolarmente efficace quando si tratta di recuperare anni scolastici o nel caso in cui si voglia cambiare indirizzo senza perdere l’anno in corso.